Archivi tag: musica

Devi interdirli con un po’ di gentilezza

Non sono un tipo che ascolta musica, quando viaggio preferisco ascoltare programmi che parlano di attualità; infatti molto spesso sono sintonizzato su Radio 24, ma oggi, per caso, non è stato così.
Andando a lavoro dopo pranzo, per radio è partita una canzone, non sapevo di chi fosse e non ci stavo neanche facendo caso.
Ad un certo punto una frase ha attirato la mia attenzione: “devi interdirli con un po’ di gentilezza”.
L’ho cercata ed ho trovato il brano: una canzone di Marco Mengoni intitolata “Parole in circolo”.
Questo è il “contesto” della frase:

Io l’ho vista sai la vita degli illusi
Con le loro dosi di avidità e superbia
Che per combatterli ti giuro basta poco
Devi interdirli con un po’ di gentilezza

Mi ha colpito subito, perché mi ci ritrovo perfettamente.
Io sono un ragazzo abbastanza pacato e gentile (almeno così credo), infatti è molto raro che mi alteri o mi incazzi.
Per il lavoro che svolgo mi interfaccio con persone di tutti i tipi, che sono tutti clienti dell’azienda per la quale lavoro e non potrei, neanche se volessi, rispondere a tono quando ci vorrebbe…

E’ capitato a volte che qualcuno non fosse contento di come lavoriamo, arrabbiandosi e dicendo che non siamo capaci di fare niente.
Gente di una bassezza che non sto qui neanche a raccontare.

Una delle soluzioni più appaganti che ho trovato è quella di rispondere in maniera “cordiale” e professionale, cercando di essere il più gentile possibile.
La cosa è molto curiosa, perché la persona che ti aggredisce, almeno per quanto mi riguarda, diventa piano piano meno aggressiva, perché forse capisce che è inutile alterarsi e che la persona di fronte non “reagisce” a modo.

Qualcuno può pensare che in questo modo si passa per deboli, gente che si lascia mettere la testa sotto i piedi, ma in realtà lascio semplicemente scivolarmi addosso la rabbia che qualcuno mi scarica addosso.
Come sarebbe la nostra vita se ci alteriamo ogni giorno con chi si altera verso di noi?

Semplicemente cerchiamo di rimanere pacati, per quanto possiamo, senza tornare a casa risentiti per tutto l’odio che il mondo ci butta contro.